erikapezzoli.com logo
« < >

Artemis

Il rapporto tra l’essere umano e la caccia si perde nella notte dei tempi: si è trasformata nei secoli, nascendo come necessità fino a diventare una tradizione per alcune famiglie. Carola è la prima ragazza della sua famiglia ad avere la licenza di caccia ed è una della pochissime cacciatrici della Valle d’Aosta: solo il 2% dei cacciatori infatti è rappresentato da donne.
Oggi la caccia è profondamente cambiata rispetto al passato: in Valle d’Aosta si tratta di caccia di selezione, monitorata e gestita dall’Assessorato all’Agricoltura e alle Risorse Naturali, dal Comitato per la Gestione Venatoria e dalle Guardie Forestali, a tutela della biodiversità.
Per Carola la caccia è una delle possibili naturali chiusure del cerchio della vita, scegliendo di inserirsi come parte attiva della catena alimentare e accettando il suo ruolo di predatore. Oggi un enorme numero di persone consuma regolarmente carne senza la necessità di procurarsela personalmente o di avere conoscenze alcune, posizionandosi passivamente al vertice della catena alimentare.
Per procurarsi della carne la conoscenza del territorio in cui si caccia è fondamentale per la valutazione dei rischi sia nel momento dello sparo, ma anche nel recupero dell’animale e per valutare quale percorso scegliere. Gli errori potrebbero avere un prezzo altissimo, sia per l’animale che per il cacciatore.
La gestione di un animale una volta abbattuto prevede preparazione e conoscenze che derivano da studi e consigli tramandati di padre in figlio. Migliori conoscenze significano minori sprechi e migliore preparazione di carne e pelli.
Carola ha scelto di consumare quasi unicamente la carne degli animali che caccia: cervi, camosci e caprioli. Questa scelta, oltre ad avere un’etica precisa, ha anche un aspetto ecologico: riduce drasticamente l’inquinamento da parte sua nel consumo di carne.
Il ruolo di cacciatore per Carola è la posizione naturale dell’essere umano, legata ad abitudini, rituali precisi e alla ciclicità delle stagioni, così come succede per la vita nel bosco: anche l’Uomo è un animale e in quanto tale dipende anch’egli dalla natura.
Artemis
10 / 20 enlarge slideshow
Artemis
11 / 20 enlarge slideshow
Artemis
12 / 20 enlarge slideshow
Artemis
13 / 20 enlarge slideshow
Artemis
14 / 20 enlarge slideshow
Artemis
15 / 20 enlarge slideshow
Artemis
16 / 20 enlarge slideshow
Artemis
17 / 20 enlarge slideshow
Artemis
18 / 20 enlarge slideshow
Artemis
19 / 20 enlarge slideshow
Artemis
20 / 20 enlarge slideshow
ITA - Informativa sui cookies • Questo sito internet utilizza la tecnologia dei cookies. Cliccando su 'Personalizza/Customize' accedi alla personalizzazione e alla informativa completa sul nostro utilizzo dei cookies. Cliccando su 'Rifiuta/Reject' acconsenti al solo utilizzo dei cookies tecnici. Cliccando su 'Accetta/Accept' acconsenti all'utilizzo dei cookies sia tecnici che di profilazione (se presenti).

ENG - Cookies policy • This website uses cookies technology. By clicking on 'Personalizza/Customize' you access the personalization and complete information on our use of cookies. By clicking on 'Rifiuta/Reject' you only consent to the use of technical cookies. By clicking on 'Accetta/Accept' you consent to the use of both technical cookies and profiling (if any).

Personalizza / Customize Rifiuta / Reject Accetta / Accept
Link
https://www.erikapezzoli.com/artemis-p26041

Share link on
Chiudi / Close
loading