Vent'anni

Vento freddo, qualche nuvola che oscura il sole e un sorriso. Sono ragazzi sereni, entusiasti, quelli che vivono nelle montagne dalla Val Primiero alla Val Venegia. A partire dai 1600mt di quota. C’è chi cucina, chi bada agli animali, chi serve ai tavoli, chi pulisce. Molti sono parenti. Durante la stagione di lavoro la famiglia si allarga, estendendosi a tutti i ragazzi che vivono in malga e in rifugio.

Ognuno ha i suoi progetti, i suoi sogni, ma soprattutto le sue passioni. C’è chi con il primo stipendio si è comprato un cavallo, chi ha insistito per poter avere delle capre e chi conserva e alimenta il sogno di avere una malga tutta sua un giorno. Sono i vent’anni di ragazzi perfettamente in sintonia con l’ambiente in cui vivono, per il quale hanno rispetto nel chiedere e la riconoscenza verso ciò che la montagna concede loro.

Conoscerli, scoprire chi è quella ragazza che porta al tavolo il piatto di tagliatelle ai porcini, chi li ha cucinati, chi li ha raccolti e chi ha munto il latte con cui è stata fatta la panna cotta, è un viaggio. Un viaggio in un mondo che si crede di conoscere, con la presunzione del turista. Una volta sulla soglia si scopre che lo si stava osservando col cannocchiale dal buco di una serratura.

Sono ragazzi veri, della vita vera, qui e ora.
10 / 30 enlarge slideshow
11 / 30 enlarge slideshow
12 / 30 enlarge slideshow
13 / 30 enlarge slideshow
14 / 30 enlarge slideshow
15 / 30 enlarge slideshow
16 / 30 enlarge slideshow
17 / 30 enlarge slideshow
18 / 30 enlarge slideshow
19 / 30 enlarge slideshow
20 / 30 enlarge slideshow
21 / 30 enlarge slideshow
22 / 30 enlarge slideshow
23 / 30 enlarge slideshow
24 / 30 enlarge slideshow
25 / 30 enlarge slideshow
26 / 30 enlarge slideshow
27 / 30 enlarge slideshow
28 / 30 enlarge slideshow
29 / 30 enlarge slideshow
30 / 30 enlarge slideshow
loading